Lo Skipper

Qui di seguito un’intervista esclusiva con il nostro amato skipper, Andrea:

1.Nome:

Andrea, o Andy

2. Età

29, ma avrò 32 anni quando prenderò il via della Mini Transat

3.Da dove vieni?

Vengo dalla Svizzera, un piccolo paese con poca acqua salata attorno, ma dove ho fatto le mie prime esperienze da marinaio navigando sui suoi meravigliosi laghi.

4.Perché navigare?

La vela è sempre stata parte della mia vita. Per me non è solo uno sport, o un passatempo, ma fa parte di ciò che sono. La vela rappresenta una sfida per me: sento che non ne saprò mai abbastanza. Ogni volta che mi siedo su una barca imparo qualcosa di nuovo. Il nostro sport comprende tante discipline: tecnica, meteorologia, fluidodinamica, elettronica,… per me tutto ciò è incredibilmente affascinante!
Ci sono molte altre ragioni per le quali mi piace navigare, ma credo che la risposta migliore sia che quando sono per mare, mi sento davvero bene con me stesso.

5.Perché la Mini Transat?

La vela è uno sport così ampio e le regate possono prendere declinazioni molto differenti… beninteso, mi piace regatare un pomeriggio attorno a due boe, ma la vastità del mare, la sfida di restare al largo per giorni, da solo, di fronte agli elementi, quando capisci quanto sei piccolo in confronto a quello che ti circonda… questo è ciò che cerco, e questo è il motivo per cui ho deciso di partecipare alla Mini Transat.

6.Perché dovremmo essere tuoi sostenitori?

Sto mettendo molta energia in questa impresa e posso fare molto per conto mio, ma il fatto è che non riuscirò a raggiungere il mio obiettivo senza il vostro aiuto. La navigazione in solitario potrebbe anche sembrare un’attività egoista, ma la verità è che quando sei da solo in mezzo all’oceano capisci quanto sono importanti le persone che ti hanno aiutato ad arrivare fin li.

Dai un’occhiata alla pagina sponsor per ulteriori dettagli.

Ok, Andy, siamo con te!

 

andy_mini